Vai al contenuto

La corruzione della Chiesa nel Medioevo

Verso la fine del Medioevo, la corruzione nella Chiesa cattolica è stato un grave dilemma. Doveva membri del clero di essere ben educato, ma molti sacerdoti erano analfabeti e appena ha saputo svolgere funzioni religiose comuni.

chiesa medioevo
Bluedolphin, CC BY-SA 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0, via Wikimedia Commons

Inoltre, sacerdote e suore, nonostante prendendo i voti di castità coinvolti nel sesso. Anche i papi, Innocenzo VIII e Alessandro VI, nati e bambini cresciuti. Molti degli abati e vescovi hanno usato le loro posizioni di condurre una vita di lusso e divertimento.

Sembravano principi prima umili servi di Dio. Cardinali Roma ha vissuto in magnifici palazzi e indossava abiti di intarsiato di gioielli in oro.

La Chiesa è venuto con diversi metodi corrotti a pagare per questi stili di vita sontuosi. La chiesa ha detto al suo popolo che i pellegrinaggi ai luoghi di reliquie e luoghi sacri erano adeguate a pentirsi dei loro peccati modi.

Durante gli ultimi anni del Medioevo, alcuni chierici hanno approfittato di questa tradizione e la gente paga per vedere le reliquie.

Federico I, un principe nel nord della Germania, aveva una collezione di più di diciassette mila reperti che presumibilmente hanno incluso un pezzo di roveto ardente di Mosè ‘, trenta tre frammenti della croce di Gesù, e po’ di paglia della mangiatoia di Gesù.

Il denaro pellegrinaggi a queste reliquie pagati per la costruzione di una cattedrale, un castello, e una università nel regno di Federico.

Simony (che è la pratica di vendita di oggetti dalla chiesa al miglior offerente, indipendentemente dalla loro origine o insegnamenti religiosi del compratore) è un’altra pratica che ha fatto i soldi per la chiesa.

Il più redditizio e controverso di pratiche di corruzione utilizzati per raccogliere fondi per la Chiesa era la vendita delle indulgenze. Inizialmente, l’indulgenza è stato solo un certificato rilasciato dal Papa ad una persona i cui peccati sono stati perdonati.

Tale certificato è destinato ad annullare tutto o parte della frase di una persona soffrire dopo la morte per i loro peccati. Anche se mai dichiarato ufficialmente dalla Chiesa, molti membri del clero insegna che la salvezza si ottiene semplicemente acquistando abbastanza indulgenze.